Serenoa Repens: tutto quello che si deve sapere in merito

0
138
saw palmetto

In molti sostengono che la Serenoa Repens possa essere una valida alternativa al Finesteride. È effettivamente così e, soprattutto, perché si tende ad affermare questa cosa? Lo vediamo nello specifico, così da andare a capire quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di questa specifica sostanza che ben si presta a essere introdotta nella lotta alla caduta dei capelli.

Non tutti sanno che Serenoa Repens è il nome di una palma nana che è nata nel sud est degli Stati Uniti d’America e che presto è arrivata anche in Europa, nonché in Africa. Sin da tempi remoti sono note le sue caratteristiche curative specialmente per quel che concerne le infezioni dell’apparato urinario e, pertanto, anche per la prostata.

In un primo momento, quindi, la Serenoa Repens è stata utilizzata solo per la cura di suddette patologie, così come accaduto per il Finesteride, di cui si dice essere l’alternativa. Ecco, quindi, che i primi prodotti a base di questo ingrediente vennero messi in commercio proprio per la cura dell’ipertrofia prostatica, per poi rendersi conto che, dato che andavano ad agire proprio sulla formazione del DHT, erano utili anche in casi di alopecia androgenetica. Da lì l’illuminazione: perché non usare la Serenoa Repens anche per i prodotti per contrastare la calvizie?

 

Quali dosi sono consigliate di Saw Palmetto?

Ecco, quindi, che oggi come oggi la Serenoa Repens è utilizzata anche come rimedio alla caduta dei capelli. La dose consigliata di Serenoa Repens è pari a circa 320 mg al giorno, ma si deve sempre fare attenzione che il prodotto secco contenga una percentuale di fitosteroli e acidi grassi compresa tra l’85% e il 95%. In commercio si trovano diversi integratori alimentari a base di Serenoa Repens.

Dato che si tratta di un prodotto del tutto naturale, gli effetti collaterali sono molto limitati e, per lo più, sono a carico del tratto gastro intestinale. Nel dosaggio consigliato, tra l’altro, questi diminuiscono ancora, fermo restando che le persone che assumono gli integratori non devono avere delle problematiche ormonali: in questi casi è sempre meglio chiedere il consiglio di un medico specialista in grado di dire se la Serenoa Repens è quello che fa al caso proprio.

Alla luce di quanto detto, in soggetti che non possono utilizzare il Finasteride, questa soluzione è la migliore in assoluto e, soprattutto, è indicata quando si è dinanzi a delle situazioni di alopecia non troppo severa. Se, invece, il livello di alopecia è abbastanza importante, allora sarebbe da preferire il Finasteride ove possibile, così da andare a curare la situazione in maniera migliore.

In entrambi i casi, si deve sottolineare, i risultati non sono immediati, ma si deve attendere un po’ di mesi prima di iniziare a vederli. Questo non deve destare preoccupazioni o ansia, perché è del tutto normale. Nel caso della Serenoa Repens, poi, si tratta di un prodotto naturale e, pertanto, un po’ più lento ad agire e a portare risultati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui